↑ Torna a Via Flaminia

Stampa Pagina

Cimitero di Alma

di Kazzuya
================================

Una zona molto suggestiva pur se poco frequentata a due passi da Alma.
L’attuale cimitero e’una costruzione recente, che si trova nello strato soprastante il vecchio cimitero che e’sprofondato molti anni addietro ma che e’ancora visitabile.

1) POLITICA
Dal punto di vista politico il cimitero per ovvie ragioni non ha grosse gerarchie, vi abitano soltanto un becchino col suo assistente e Paktos un sacerdote che officia funzioni in memoria dei defunti.

2) RELIGIONE
Sotto il profilo da religioso ci sono tre cose da dire:
In primis si nota il tempietto in cui e’solito trovarsi Paktos in cui si celebrano varie divinità minori per ognuna delle quali c’e’una candela accesa.
In secondo luogo nella zona sprofondata vi e’un altro tempio, pur se dissacrato completamente, nel quale si trova la statua di un uomo che domina il mondo.
Ma soprattutto ognuno trova la propria religione e in particolare il proprio culto dei morti sottoponendosi alle riflessioni sulla caducità della vita mortale, o sul grave fardello di una vita immortale.

3) CLIMA
Il clima e’praticamente lo stesso di Alma distando molto poco dalla stessa, quindi un clima mediterraneo nella zona esterna, in alcuni punti della zona interna la cosa e’diversa.
Ad esempio dinanzi al portale spira quasi costantemente un vento gelido proveniente da sud, ovvero dal portale stesso.
Nella sala dei vampiri accade una cosa analoga, dove si trova il glifo di protezione che bloccò  Vladimir, anche se molto più raramente, spesso il ritorno del vampiro si palesa difatti con un vento freddo da nord proveniente proprio da quella stanza e che spesso avvolge tutta la terra conosciuta, Asgaard compresa.

4) ARTE
Trovandoci in un cimitero l’arte sarà ovviamente prevalentemente funebre, anche se la statua presente nel tempio sconsacrato ha il suo fascino, in particolare si segnala la targa di Narahajana e Shannara e i due sarcofagi che si trovano nelle due uniche cripte presenti nella zona superiore del cimitero.
Alcuni amano considerare arte le artigliate incise da Vladimir recanti i nomi di coloro che lo avevano sconfitto e la propria maledizione.

5) ARCHITETTURA
Si segnalano, oltre alle due cripte e al tempietto, il forno per la cremazione che nella sua semplicità è comunque un segno di un’architettura moderna.
L’ossario è di dubbio gusto ma sapientemente scavato nella roccia; purtroppo è pessima la scelta di farlo comunicare quasi direttamente con la fogna sottostante.
La cosa che comunque lascia attoniti è quando si giunge nella parte vecchia alzare lo sguardo e vedere l’immensa grotta in terra, che ogni attimo sembra stare sul punto di franare per poi continuare a rimanere intatta da secoli oramai.
Segnaliamo per dovere di cronaca anche l’edificio in cui si trova il tempio dissacrato, oramai è diroccato e desta solo impressione per il fatto che giunge a toccare la cupola di terra, e forse ne funge da pilastro.
Dal tempio si raggiunge la sala dei vampiri, presidiata da un giovane vampiro che da sulla grotta dove un tempo fu rinchiuso Vladimir.
Girando tra le lapidi si incontra un muro di terra e varcatolo ci si trova dinanzi a un mastodontico portale d’acciaio nero su cui sono incise sette rune pulsanti, delle quali una delle due ha smesso da tempo di pulsare.

6) STRADE
E’ raggiungibile tramite la via Flaminia e non ha un gran numero di strade, sono per lo più viottoli che si dipanano tra le lapidi e si incrociano, ricordiamo La Strada di Sorella Morte e la Stradina degli Oleandri che fungono da decumani anche se si incrociano all’ingresso del cimitero.

7) GEOGRAFIA
La geografia è molto elementare, il cimitero è un’area pianeggiante sotto la quale si trova un secondo strato dovuto a un crollo strutturale che ha fatto inabissare il preesistente cimitero, non ci sono fiumi, se non quello prodotto dagli scarichi fognari cittadini

8)TURISMO
Diciamo che è un posto tranquillo e poco frequentato, ci si va spesso per cercare una calma che la fiorente Alma ha perso da secoli.
Se si è fortunati (o sfortunati) si può assistere a alcune delle cerimonie del clan dei Vampiri, se lasciati stare tendono a non dare peso a queste intrusioni, a meno che il rito in questione non abbia bisogno del sangue di un volontario ovviamente, cosa che può essere spiacevole per lo sfortunato visitatore… Ad ogni modo se ci si vuole arrischiare conviene osservare un religioso silenzio.

9) INFORMAZIONI VARIE
Alcuni biechi avventurieri approfittano dell’inesperienza del giovane vampiro presente nella zona inferiore per rubargli poche gemme, anche se di recente fortunatamente questa abitudine va scemando, non senza lasciare strascichi, ora quel giovane vampiro attacca CHIUNQUE si avvicini a lui…
Appena fuori le porte settentrionali di Alma, sulla via dei colli si cela una chiesa inquietante… La Chiesa delle Ombre. Ci sono resti di sacrifici e simboli di magia nera ovunque, in mezzo alle rovine.

Condividi

Permalink link a questo articolo: http://leu.uaiz.it/biblioteca/progetto-atlante/via-flaminia/cimitero-di-alma/