↑ Torna a Caverne

Stampa Pagina

Svirfneblin

di Mandala
===============================

1) POLITICA:
La citta’ di Svirfneblin e’ retta da una politica dettata dal potere monarchico della Matrice della Materia, coadiuvata da alcuni fedeli servitori, ognuno dei quali si interessano ad un particolare compito. Il Capo Mastro, organizza e vigila sull’operato dei lavoratori di Svirfneblin, al fine di ottenere la ricostruzione della citta’, secondo i voleri della Matrice della Materia. Jeenyas, Capo spirituale della citta’, nonche’ custode del segreto delle stanze della Matrice della Materia. Il capo Fabbro Uri, che con il suo operato, collabora con il Capo Mastro, alla ricostruzione della citta’. Il Capo dell’aria, che con il suo continuo controllo, permette, all’aria
esterna di penetrare nel sottosuolo, e rendere vivibile la citta’. La politica di totale isolamento dettata dalla Matrice, fa si che tale citta’ sia totalmente indipendente dall’esterno. Il rimanente della popolazione e’ composto da Muratori, Guardie, popolani comuni, inservienti, e strane macchine denominate Golem.

2) RELIGIONE:
Il culto monoteista e’ quello intitolato alla Matrice della Materia, indiscusso capo politico e religioso della citta’, a cui e’ stato dedicato un Tempio di Pietra di rara bellezza impregnato di antica magia. Non vi e’ presenza di malvagita’ nel culto stesso ma non sono sicuro se la Matrice sia di natura neutrale assoluta, o di natura
buona. Fatto sta, che per la loro religione, gli abitanti della citta’ non sono assolutamente pericolosi per gli stranieri, i quali possono visitare la citta’, nel rispetto del carattere religioso, senza incorrere in pericoli di fanatismo religioso.

3) CLIMA:
La citta’ degli gnomi, si erge sotto terra, il che rende il clima caldo ed umido. Sono presenti nelle volte della citta’ enormi fori che succhiano getti di aria fresca dall’esterno, questi sono gestiti da macchine strane controllate dal capo dell’aria. Non perviene alcun tipo di luce naturale dall’esterno, ma la citta’ e’ illuminata a giorno magicamente. L’alta densita’ di potere magico emanato dalla Matrice della Materia, rende l’aria leggermente carica di azoto, provocando ogni tanto piccole scintille nel vuoto.

4) ARTE:
La citta’ degli gnomi e’ un museo naturale, in ogni angolo della stessa, infatti, si possono scorgere antiche rovine di rara bellezza, la cui datazione e’ di difficile interpretazione. Capitelli e colonne, su cui vengono ricostruiti nuovi palazzi, appartengono ad un antico regno di cui poco sono riuscito a conoscere. Il Pentagono, sede di Jeenays, e’ una vera e propria opera d’arte, un luogo costruito a forma pentagonale, sulle cui pareti sono impressi i marchi del tempo, sculture in bassorilievo e antichi drappi, ricoprono questo luogo. Il luogo piu’ antico e meraviglioso della citta’ rimane comunque il TEMPIO DI PIETRA, rimasto invariato nel tempo, questa e’ la costruzione dedicata alla Matrice della Materia, a primo sguardo sembra che il tempio sia stato costruito magicamente, non sembra che ci sia impronta della mano di un qualsivoglia essere. Da notare interessanti flussi di luce scorrere lungo le colonne del tempio, e disegnare strane figure di difficile interpretazione.

5) ARCHITETTURA:
Tutta la citta’ e’ costruita secondo canoni estremamente semplici in cui vi e’ una via principale, sede dell’attivita’ dei popolani, e alcune vie secondarie, ove risiedono piccoli artigiani indaffarati nelle loro faccende commerciali.

6) STRADE E COLLEGAMENTI:
La citta’ degli gnomi, e’ situata a nord di Alma. Per poterci arrivare bisogna prima passare dalla citta’ dei nani. L’entrata della citta’ degli gnomi e’ di difficile raggiungimento. Il tunnel che porta alla citta’ gnomica e’ protetto da guardie e porte le cui chiavi sono sparse tra il popolo dei nani e le guardie gnomiche.

7) GEOGRAFIA:
Essendo, la zona, situata sotto le montagne, la sua morfologia, e’ assai particolare. Tutti gli ambienti, sono costituiti da roccia e quarzi preziosi. Da notare, la totale assenza di corsi di acqua sotterranei. Una delle caratteristiche, dell’ambiente sotterraneo, e’ l’alto flusso di aria fresca, provenire dall’esterno. Di quanto in quanto, si possono trovare alcuni muschi sulle roccie, ed e’ questo l’unico esempio di vegetazione che si puo’ trovare qui’ sotto. Malgrado cio’, l’aspetto delle caverne non e’aspro, come si potrebbe pensare, ma dolce e piacevole.

8) TURISMO:
Per ora la zona, non e’ altamente visitata. Vista l’impervia strada per arrivarci, e la scarsa possibilita’ di esercitare le arti da combattimento. Il luogo, e’ favorevole, per tutti coloro, che amano, e desiderano, conoscere. L’alone di mistero, che ivi, si nasconde, per ora e’ al sicuro ! Si puo’ presupporre, che un di’, se tale mistero verra’ svelato, tale zona, sara’ molto visitata, ma attenzione, gli gnomi sanno essere, gentili ed ospitali, con tutti coloro che arrivano in segno di pace e contemplazione, e spietati e mortali, con coloro, che si arrogano il diritto dell’arma.

9) INFORMAZIONI VARIE:
Ci sono due modi per poter entrare nella citta’ gnomica. Il primo, e’ con l’astuzia e la volonta’ di conoscere le immense opere d’arti nascoste nella citta’, e, a
parer mio, e’ quello piu’ premiante, sotto il punto di vista culturale. Il secondo, e con la forza bruta delle lame e degli arcani incantesimi, e questo potrebbe essere
un grosso problema. Infatti, non va obliato, il fatto, che questa citta’, e’ la sede dell’antica Matrice della Materia !

Condividi

Permalink link a questo articolo: http://leu.uaiz.it/biblioteca/progetto-atlante/caverne/svirfneblin/