↑ Torna a Alpes Oppidum

Stampa Pagina

Torre della Magia e Bosco dell’ Ombra

di Gweniver
==========================

Il Bosco d’Ombra e’ il luogo tenebroso che separa la Torre della Magia dal resto del mondo; si può considerare un luogo di transizione tra la cosiddetta normalità ed il luogo inquietante ed austero dove maghi di ogni provenienza ed ideologia indagano sulla natura più nascosta dell’essere. Chiunque si inoltri in quel bosco rischia non solo la morte, ma anche parte della propria essenza vitale; per quanto riguarda la Torre stessa, potrei citare l’antico detto che e’ saggio non curarsi degli affari degli Stregoni, poiché sono misteriosi ed irascibili. Tuttavia un gruppo compatto ed esperto che desiderasse interloquire con la Signora del luogo può avventurarsi al suo interno, e varcare con la forza la triplice porta che la difende.

1) Politica
La Torre della Magia é essenzialmente governata dalla Signora che risiede nel suo cuore di smeraldo; tuttavia si dice che presti orecchio ai consigli del Circolo di Maghi anziani, che gestiscono la Scuola della Torre e detengono le chiavi per accedere al suo trono. Nello scegliere i suoi collaboratori inoltre la Signora mostra un certo desiderio di equilibrio; Prestitidigitorum e Mirabilius rappresentano le Vesti Bianche, Proteus e Justarius le Vesti Rosse ed infine Kasha e Dissidio per le Vesti Nere.

2) Religione
Molto si é discusso sulla natura divina o semi-divina della Signora della Magia. Nessuna notizia certa é attestata riguardo alle sue origini, tuttavia la sua parola all’interno della Torre é legge, per quanto non ci siano altari a lei dedicati, e lo studio della sapienza arcana sia fondamentalmente ben distinto dalla preghiera e dal misticismo della religione e della scienza divina.

3) Clima
Il Bosco che circonda la Torre é caratterizzato dalla tenebra, che come una nebbia nera circonda perennemente gli alberi e chiunque si inoltri all’interno di tale foresta; l’umidità ed il freddo sono intensi, e c’é chi sostiene che in parte siano generati dagli oscuri guardiani che vegliano sull’inviolabilità del luogo.

4) Arte
La struttura della Torre é elegante ed austera, essendo un luogo primariamente adibito allo studio ed all’insegnamento, ed ogni volta che si nota un qualche sfoggio artistico o di lusso c’é da chiedersi quale significato arcano e recondito si celi in realtà dietro a tali opere. In particolare sembrano avere un grande rilievo cristalli e pietre preziose, dalla porta di Diamante con cui si accede primariamente alla Torre allo smeraldo che racchiude lo studio della Signora.

5) Architettura
La planimetria della Torre é naturalmente concentrica, ma strutturata in modo da essere funzionale all’uso scolastico e meditativo per cui é concepita. I piani inferiori sono riservati all’accoglienza ed all’alloggio degli studenti; procedendo verso l’alto ci sono le aule ed i laboratori di studio più avanzati, mentre l’ultimo piano é riservato alla Signora ed ai suoi tre più stretti collaboratori. All’interno la struttura si presenta come un intricato insieme di corridoio su cui si affacciano le aule o le stanze dei maghi docenti; vanno tuttavia segnalate le spesse doppie porte che separano i Tre del consiglio interno dal resto della Torre, e le tre porte che separano lo studio della Signora dal resto della Torre.

6)Strade e Collegamenti
I profani sono costretti ad attraversare il pericoloso Bosco d’Ombra per giungere a bussare alla porta di Diamante della Torre; tuttavia chi avesse conoscenze magiche sa che da molto tempo ormai é aperto e noto un varco che collega direttamente il Piano Astrale alla Torre, attraverso uno specchio color dell’oro; attraversandolo ci si può trovare direttamente nel cuore della Torre, tra i suoi corridoi soffusi di luce dorata.

7) Confini
Il Bosco d’Ombra confina con il Bosco Alpino di Alpes Oppidum; il trapasso tra il normale bosco di montagna e questa terra di oscurità non potrebbe essere più palese; se infatti nel Bosco di Alpes Oppidum é possibile seguire un sentiero, questo non avviene più all’interno della landa tenebrosa che circonda la Torre: la nebbia e l’oscurità rendono impossibile l’orientamento, e voci di viandanti sussurrano di strane eco nella notte perenne del bosco.

8)Turismo
La Torre della Magia é un posto naturalmente frequentato da tutti colori che studiano o si dilettano nelle arti  magiche; Grenetta, la Maestra del Pentacolo rivolto agli esterni é sempre paziente e gentile con gli studenti che chiedono di imparare la sua arte, nonostante gli sguardi severi e l’aspetto inquietante di Kelmaran, che la accompagna sempre. Girare nei corridoi dei piani riservati agli studenti é un’esperienza che non comporta grandi rischi, sebbene le scope animate ed i golem che lavorano lì a volte trovano da ridire sulla presenza di profani  (dove per profano qui si intende un non mago).

9) Informazioni Varie
Molti dei Maghi che troverete nella Torre potrebbero non gradire la vostra intrusione; alcuni sono pazienti, altri meno. Molti hanno inoltre dei fedeli famigli accanto, ed anche i più pazienti potrebbero reagire se vedono maltrattato il loro animaletto; ai piedi della Signora siede Raja, una bellissima tigre, docile al comando della padrona ma ciononostante pericolosa.
Nel complesso la Torre della Magia é un luogo affascinante e pericoloso, ma al cui interno il viandante accorto può muoversi senza rischi eccessivi, posto che si serve della debita cautela.

Condividi

Permalink link a questo articolo: http://leu.uaiz.it/biblioteca/progetto-atlante/alpes-oppidum/torre-della-magia-e-bosco-dell-ombra/