Pieghe astrali

Questo Forum e' strettamente RPG, qualsiasi messaggio non attinente verra' spostato o cancellato.
Rispondi
Gillian
Cadetto
Messaggi: 77
Iscritto il: mar ago 06, 2013 2:41 pm
Classe: Cl/Wa

Pieghe astrali

#1

Messaggio da Gillian » mar mar 04, 2014 12:55 am

Quella sera, come molte altre, mi trovavo al bar 'Tigri e leoni', la vecchia nuova taverna di Alma che é qualche vita che é lí. Mi piace il suo ambiente fumoso, la scarsa attitudine degli avventori a guardare i particolari e la loro buona disponibilitá a riempirmi le tasche perdendo qualche sesterzo alla zecchinetta. Filthy sorrideva ad ogni nuovo avventore che entrava strofinando con un panno logoro un bicchiere e vantandosi di imprese irrealistiche, cosí fece pure con il vecchio mago che si guardó intorno alla ricerca di qualche cosa o di qualcuno. Scambió qualche parola con il barista, che con un cenno del capo gli indico il tavolo a cui sedevo, io notai lo scambio tra i due ma feci finta di nulla per vedere dove andavano a parare. Il vecchio si avvicino strizzando gli occhi probabilmente infastidito dal fumo che aleggiava nel locale, si schiari la voce e mi disse:
-Vorrei assoldare qualcuno che mi faccia da guardia del corpo per una missione. Il mio nome é Kryo. -
Sollevai per un istante lo sguardo dalle carte e, scrutando il volto del vecchio dissi:
- E, ovviamente, Filthy ti ha detto che io e quelli che lavorano con me siamo i migliori. Ma, mi domandavo, saresti in grado di pagarci?-
- Si, certo una ricompensa é prevista per i rischi della missione.- rispose il vecchio, allargandosi il colletto quasi stesse sudando troppo.
- Bene, allora le truppe mercenarie ci saranno. Parola di Gillian.-
Il vecchio mi spiego quindi che ci saremmo dovuti incontrare allo strano accampamento sul piano astrale perché lí c'era qualcosa che era bene tutti i partecipanti alla missione vedessero e mi diede un orario di incontro.
Feci sapere ai miei compagni d'armi della riunione, ma quando giunsi sul posto nessuno di loro era presente, poiché avevano qualche impegno precedente, in compenso sul luogo trovai altri avventurieri: Zimar, Coriolano e il vecchio Kryo. Quando sembró logico che nessun altro si sarebbe unito a noi il vecchio cominció la sua dissertazione, spiegando di aver trovato un antico tomo in cui si accennava al fatto che la realtá che noi conoscevamo era stata manipolata in modo tale da fare comunicare realtá differenti tramite una sorta di ragnatela magica, a supporto della sua teoria disse che anche il posto dove ci trovavamo era stato portato li allo stesso modo. Tirato fuori un pendolo lo fece oscillare e questo illuminatosi di una luce argentea comincio a mettere in evidenza delle sottili trame che sembravano portare altrove. Rimasi alquanto scettica alla sua spiegazione fumosa, e lo spettacolo di luci colorate non mi aveva particolarmente impressionato, peró ero stata assoldata e avrei portato a termine il mio incarico; tagliando corto dissi:
- Senti, vecchio, aldilá delle lucine colorate che cosa ti serve che facciamo? -
Lui rispose: - Devo effettuare delle misurazioni in alcuni posti di questo mondo, che sono stati vagamente descritti da Stern nel suo tomo, alcuni posti potrebbero essere pericolosi, molto pericolosi. -
Sorridendo risposi: -Il pericolo non ci spaventa, il costo non vi spaventi... -
Il vecchio Kryo prese un bastone e ravvivó il bivacco al quale sedevamo un po' a disagio, poi tiro fuori un tomo dall'aria molto antica da uno zaino e prese ad esaminarne le pagine coperte di strani simboli fitti fitti, con voce distante quasi rapito dalla sua lettura ci disse: -Il primo luogo descritto parla di un cancello in ferro battuto e una piana diffusa nella nebbia... - Tutti quanti cominciammo a pensare a che luogo potesse essere quello descritto, ma il piú veloce fu Zimar che disse: -Si tratta o del Castello di Ravenloft o del castello di Lord Soth -
Io feci per interrupperlo accennando al fatto che il castello di Lord Soth ha un portone e non un cancello ma lui si corresse: -Anzi l'unica con il cancello é Ravenloft!- Concordando con lui tutti preseró a seguirmi e, dopo poco tempo li guidavo rapidamente attraverso la piana eternamente nebbiosa in cui, fortunatamente, non c'erano morti viventi quella sera mentre la nebbia si diradava potemmo vedere il pesante cancello cominciare a delinearsi di fronte a noi.
Kryo appariva visibilmente eccitato e tirato nuovamente il pendolo comincio a misurare le sue oscillazioni dicendo: -Si potrebbe essere il posto giusto... sembra che la teoria abbia un certo riscontro... Gillian! Cortesemente prendi nota di questi numeri: 75, 24, 7...- Li annotai su un taccuino di papiro logoro, per essere stato molteplicemente cancellato con la pomice per ospitare nuove annotazioni e con un sorriso dissi:- Certamente- E in quel momento furono tutti intorno a noi, delle figure infagottate in lunghe tonache scure che ci assalivano da ogni parte intorno a noi. Il primo assalto fu di breve durata, poco dopo intorno a noi una pila di cadaveri si era accumulata man mano che la nostra furia guerriera aveva la meglio degli assalitori, ma giá sapevamo che non sarebbero stati gli ultimi. Esaminammo i cadaveri e su di essi trovammo delle strane monete di pietra, una per ogni cadavere, con il simbolo di una ragnatela come se costoro facessero parte di una setta, e ognuno di essi aveva un pugnale con l'effige di un ragno. Kryo appariva molto spaventato dalla presenza di costoro ma per il momento non disse nulla.
Riprendendo fiato, sorrisi e dissi: -Hai finito con le misurazioni qui? Potrebbero arrivarne altri, meglio mettersi in un luogo piú riparato... Qual é il secondo luogo citato sul tuo librone? -

To be continued...
Ultima modifica di Gillian il lun mar 10, 2014 7:37 pm, modificato 3 volte in totale.

Avatar utente
Amberle
Cadetto
Messaggi: 73
Iscritto il: mar lug 30, 2013 8:39 pm
Classe: Mu/Cl

Re: Pieghe astrali

#2

Messaggio da Amberle » mer mar 05, 2014 7:26 pm

[Filthy] dice 'Non vi ho mai raccontato di quella volta che affrontai quattro leoni affamati?'

'A dire il vero centinaia di volte...' gli replico, non so perchè stanotte mi sono recata in questa alquanto vivace taverna; ma il dialogo tra la mercenaria e il mago è di gran lunga molto interessante. Solo poche parole sono riuscita a recepire, mentre Filthy insiste nel raccontarmi come uccise quei poveri cuccioli di leone...una missione, un appuntamento... e poi i due se ne escono velocemente dalla taverna.
Poso le due monete sul bancone, esco lungo la via dei Gladiatori ma i due sembrano essersi volatilizzati, evidentemente il mago ha usato il suo potere per arrivare nel piano astrale, perche' non vedo nemmeno portali magici.

Il poveraccio tende la mano verso di me.
[Il poveraccio] dice 'Per pieta' datemi qualche soldo per mangiare!'

Passo oltre e continuo a pensare ai due avventurieri della taverna... chissa' quale sara' stato il loro destino!
Amberle l'Ellcrys degli Eleandil

Rispondi